homepage lo studio the firm who we are chi siamo mappa email homepage where we are email homepage
Utilizzano i nostri servizi
Partners
STIR - Gestione Presenze
PARCO TURISTICO
MANUALE DEL LAVORO 2015
Imposta di Soggiorno
MANUALE DEL LAVORO 2013
Legge Regionale sul Turismo
MANUALE DEL LAVORO 2012
FORTI & MUSEI DELLA COSTA
e-book CODICE TURISMO
NAUTICA & FISCO
e-book QUALITA' DEL LAVORO
e-book TRAFF. MEDITERRANEO
Schema Normativo AIE
Privacy policy
Link
password
Come ottenere username e password






rassegna stampa novità fiscali scadenze fiscali circolari

Oic versus Fisco su scarti e premi di negoziazione
Marco Piazza - Il Sole 24 Ore - pag. 22
L’ultima edizione del principio Oic 20 dice che gli scarti o premi di negoziazione sono inclusi negli interessi attivi dei titoli anche quando si tratti di attività finanziarie non immobilizzate. La precedente edizione prevedeva che l’assimilazione degli scarti e premi di negoziazione agli interessi valesse solo con riferimento ai titoli immobilizzati. L’appendice non spiega i motivi di questo cambio. Per le società con portafogli non immobilizzati gestiti in modo dinamico le conseguenze sono rilevanti. Lo ‘scarto di negoziazione’ esprime il maggior o minor prezzo per acquistare il titolo di debito sul mercato secondario rispetto al valore di rimborso. Se il titolo è stato emesso sopra o sotto la pari, comprende il premio o lo scarto di sottoscrizione che è la differenza positiva o negativa fra il prezzo di emissione e il valore di rimborso. Dal punto di vista fiscale, mentre gli scarti di emissione sono frutti civili equiparati agli interessi, i premi e gli scarti di negoziazione, non hanno natura di frutti del titolo perché dipendono dalle condizioni negoziate in occasione dell’acquisto del titolo sul mercato.
| copyright Studio Commercialista PIERGIORGIO BAROLDI | partita iva: 02803430277| site by metaping | admin |