homepage lo studio the firm who we are chi siamo mappa email homepage where we are email homepage
Utilizzano i nostri servizi
Partners
STIR - Gestione Presenze
PARCO TURISTICO
MANUALE DEL LAVORO 2015
Imposta di Soggiorno
MANUALE DEL LAVORO 2013
Legge Regionale sul Turismo
MANUALE DEL LAVORO 2012
FORTI & MUSEI DELLA COSTA
e-book CODICE TURISMO
NAUTICA & FISCO
e-book QUALITA' DEL LAVORO
e-book TRAFF. MEDITERRANEO
Schema Normativo AIE
Privacy policy
Link
password
Come ottenere username e password






rassegna stampa novità fiscali scadenze fiscali circolari

Prelievi e depositi in contante con obbligo di invio all’Uif
Ranieri Razzante - Il Sole 24 Ore - pag. 26
Antiriciclaggio. Lo schema di provvedimento messo in consultazione ieri sul sito dell’Unità di informazione finanziaria prevede l’obbligo di invio dei prelievi e depositi in contante nel mese pari o superiori a 10mila euro anche se frazionati. Negli ultimi 5 anni il numero delle segnalazioni di operazioni sospette (Sos) è cresciuto molto fino a raggiungere e superare le 100mila nell’ultimo anno. L’incremento, tuttavia, è stato dovuto alle anomalie oggettive, cioè alle operatività ‘inattese’ generate da software di banche e altri intermediari. L’Uif ha rilevato che il 15% di queste Sos risultavano di scarso rilievo investigativo. L’Authority, con le sue istruzioni, impone a banche, istituti di pagamento e Poste italiane presenti sul territorio nazionale di inviare, con cadenza mensile, una comunicazione che contenga ogni operazione, anche occasionale, di movimentazione di contante per importi pari o superiori a 10mila euro da parte dello stesso cliente. Il periodo di rilevazione è il mese solare. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Movimenti bancari a rischio’ – pag. 37)
| copyright Studio Commercialista PIERGIORGIO BAROLDI | partita iva: 02803430277| site by metaping | admin |